18 settembre 2006

In città senza auto!

Tutti a piedi! Stop alle auto in centro storico, ma con una valida alternativa: la bicicletta. È infatti iniziata la settimana europea della mobilità sostenibile che si chiuderà il 22 settembre con la manifestazione “In città senza la mia auto” alla quale partecipano tradizionalmente numerosi comuni in tutta Europa. Roma ha scelto di prolungare i tempi dell'iniziativa organizzando per venerdì la prima “Festa della bicicletta”, in collaborazione con il Coordinamento di Roma Ciclabile, Regione Lazio, Provincia di Roma, Università Roma Tre, e altre iniziative di sensibilizzazione che culmineranno proprio nella domenica ecologica del 24 settembre. Anche quest'anno la città di Roma invita i suoi abitanti a cambiare abitudini per migliorare la vivibilità della capitale, alleggerire il traffico e ripulire l'aria: con la Festa della Bicicletta si vuole svelare le potenzialità delle due ruote come mezzo alternativo all'auto privata e dimostrare che a Roma si può andare in bicicletta a tutte le ore del giorno! Il numero degli appassionati delle due ruote cresce costantemente, come dimostra la recente ricerca curata dall Aci Eurispes. Il 23,3% dei romani ha sviluppato negli ultimi tempi un interesse per la bicicletta, utilizzandola anche per gli spostamenti in città.

36 Comments:

At 18 settembre, 2006, Anonymous MERCJ said...

LA SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITA'?
...UNA RONDINE NON FA PRIMAVERA!!!

 
At 18 settembre, 2006, Anonymous max said...

...e dopo questa settimana? Riscoppierà il caos! Io non credo alle soluzioni tampone, penso ci vogliano dei provvedimenti di piùlungo respiro!

 
At 18 settembre, 2006, Anonymous robbj said...

ma nd' vai bellezza in bicicletta???
ma dove vai in balia di macchine, bus rotaie, smog e quant'altro di nefasto trovi sull'asfalto: ma ndo' vai?
Restatene chiuso in casa : E' LA COSA PIU'.... IGIENICA!!!

 
At 18 settembre, 2006, Anonymous francesco said...

Basta con queste puttanate di domeniche ecologiche... adesso addirittura una settimana!
Tra un pò faranno il mese ecologica e poi l'anno ecologico: BASTA!!!
Non se ne può più!!!

 
At 18 settembre, 2006, Anonymous Anonimo said...

Io la soluzione ce l'avrei!
Raccordare tutti i gas di scarico in un'unica condotta che sfoci.... IN PARLAMENTO!!!!!

 
At 18 settembre, 2006, Anonymous nina said...

Ci stanno ammazzando la vita, ci stanno togliendo la salute: lo smog toglie il respiro uccide i polmoni!
Più alberi, più verde, più parchi e meno macchine nelle nostre città!!!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous cinzia said...

Se per ogni giornata no con il capo ognuno di noi piantasse un albero, avremmo risolto il problema della desertificazione nel mondo.

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous Laura (Milano) said...

Se fossi sindaco di una città ideale vorrei che il verde fosse naturale: alberi nelle piazze, nelle strade, nei cortili, piante d'alto fusto, arbusti sottili... Se fossi sindaco di una città ideale vedrei crescere prati in tempo reale; le aiuole fiorite, promosse giardini, proteggerebbero anziani e bambini. Se fossi sindaco di una città ideale farei del verde vantaggio fiscale: per tutti coloro che piantassero ulivi, non solo pace ma forti incentivi! Se fossi sindaco di una città ideale lancerei la campagna "cambia pedale"! estinto il SUV, inquinante jeeppone, andremmo in bici in ogni stagione! Ma... non sono sindaco di una città ideale, la mia carica...solo virtuale... sono un cittadino, immerso nel presente, la mia voce, insieme a tante, per la giornata dell'ambiente.

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous a scuola di ambiente said...

Chiedo al Ministro dell'Istruzione di istituire un ora alla settimana di educazione ambientale. Per salvare il pianeta occorrono nuove persone innamorate perdutamente della Natura sin da bambini. Così sensibili da comportarsi, consumare e votare secondo principi di equità e rispetto. Signor Ministro aiutiamo il genere umano a divenire ancora più umano.

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous lauretta said...

Rallentiamo tutti, produciamo di meno, inquiniamo di meno, mangiamo meno e meglio, utiliziamo i mezzi pubblici, andiamo di più a piedi ed in bici: il mondo ne guadagnerà e.... pure la nostra salute!!!!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous lulù said...

Nel mio cortile, in mezzo ai palazzi, c'era un albero di alloro abitato da una comunità di uccelli canterini che non ho mai saputo riconoscere, ma che mi hanno sempre fatto compagnia, anche nel cuore della notte, quando ti sembra che tutto sia difficile e il loro canto ti fa scoprire che è già l'alba e su ogni cosa torna luce. Una mattina questo albero è stato abbattuto per risolvere un problema davvero imperdonabile: "l'imbrattamento di un'automobile"! Un pezzo del mio cuore è andato via con l'alloro e gli uccelli che lo abitavano. Il mio augurio per il nostro pianeta è che da oggi (e non da domani) un albero sia più importante di un'auto. Per legge.

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous caro sindaco moratti said...

Caro Sindaco Moratti, io non l'ho votata ma è con rispetto che mi rivolgo a lei, quale rappresentante della mia città e della mia voce. Caro Sindaco Moratti, questa nostra Milano è diventata una città veramente difficile, dove vivere è faticoso, dove troppo spesso sembra che non ci sia più niente di bello. Io sono fortunata, vivo in un quartiere in centro dove c'è ancora un po' di verde -sto appena dietro al Parco Sempione-, dove le persone vanno spesso in giro in bicicletta, dove tutto sommato c'è ancora un po' di quiete, dove le case -all'80% palazzi dei primi del novecento- hanno i muri di colore pastello invece che essere grigi o marrone scuro. comunque anche qui ci si batte, forsennatamente e da parecchio tempo, per proteggere quel poco di buono che è rimasto. noi residenti della zona abbiamo firmato non so più quante petizioni, ci siamo legati agli alberi, ci accingiamo a fare ricorso al TAR, tirando fuori i soldi di tasca nostra, per evitare che venga costruito un parcheggio sotterraneo ASSOLUTAMENTE INUTILE, che spazzerebbe via piante e alberi, la cui rampa (oscena) oscurerebbe uno dei più bei palazzi della nostra città -tra l'altro protetto dai Beni Culturali...protetto come?- e che oltretutto ci obbligherebbe a due sole opzioni: o l'acquisto di un box o il pagamento della tariffa quotidiana per la sosta macchina. Mi chiedo: perchè? Ma chi è che ci guadagna? non certo chi in questo quartiere ci vive o ci lavora... Caro Sindaco Moratti, lei è una donna, e questo fatto io lo considero un vantaggio, o almeno spero che lo sia. Immagino che quando va a fare la spesa cerchi di comprare i prodotti di migliore qualità per i suoi figli. Immagino che si ricordi di bagnare le piante sul terrazzo. immagino che le importi che la casa sia pulita e in ordine. ecco, io le chiedo di considerare questa città come se fosse casa sua, in effetti se ci pensa bene lo è. Allora, ci dia una mano, perchè sia più bella, che quando esci la mattina per andare a lavorare non ti viene la nausea per il grigiore, il rumore, la puzza. ci dia una mano perchè sia più giusta, perchè i parcheggi vengano costruiti dove davvero servono e non con l'unico scopo di far guadagnare "i danè" a pochi a discapito di molti, con spazi verdi tutelati e più asili per i bambini (dicono che la natalità è bassa: chiedete alle giovani mamme come si fa a giostrarsi fra il lavoro, la casa, il marito, i figli e uno straccio di vita sociale decente, stando dentro a uno stipendio ridicolo, e poi ne riparliamo!), con luoghi di ritrovo dove gli anziani non si debbano per forza sentire dei derelitti, con delle logiche di gestione del traffico urbano che siano effettivamente LOGICHE, favorendo, supportando l'utilizzo di energia rinnovabile, insegnango quella che ai miei tempi si chiamava educazione civica ai ragazzi nelle scuole. Caro Sindaco Moratti, quello che vedo è che Milano è una città che lentamente muore. Ci dia un segnale, vivo, reale, tangibile! grazie, gioia

 
At 19 settembre, 2006, Blogger ALBERINCITTA' said...

SMOG: L'EUROPA LANCIA UN GRIDO D'ALLARME!

Giro di vite nella lotta all’inquinamento atmosferico. Un nemico che, stando ai dati diffusi dall’Organizzazione mondiale della
sanità, tra il 2002 ed il 2004, ha ucciso ben 8.000 persone all’anno nelle maggiori città italiane.
Cifre allarmanti che non migliorano se si varcano i confini nazionali, tanto da indurre l’Unione europea a schierare di nuovo le sue “armate”. Assieme alla prima approvazione dei nuovi standard Euro 5, che saranno in vigore dal settembre 2009 per le vetture di nuova immatricolazione, la Ue ha dato il via libera alla proposta di imporre ai vari Stati membri “nuovi e più severi metodi
di controllo” contro il nemico pubblico numero uno: le polveri sottili, anche note con la sigla di Pm10.
La Ue, che intende unificare le 5 direttive esistenti in un solo provvedimentoquadro, ha fissato obiettivi ben precisi.
In caso di superamento dei limiti già stabiliti per legge,i “famosi” 50 microgrammi per metro cubo, dovranno scattare “appositi piani per la riduzione dell’inquinamento
con tanto di obbligo di informare i cittadini fornendo dati rappresentativi e comparabili”.
Sul medesimo fronte, intanto, Roma si prepara al ritorno delle domeniche ecologiche: la prima il prossimo 24 settembre. Un'iniziativa che, venerdì 22, sarà preceduta dalla festa della bicicletta. Dalle 8 alle 23 sarà possibile pedalare alla scoperta di 14 emozionanti itinerari cittadini. Ai partecipanti saranno distribuite le mappe dei percorsi
ciclo-pedonali dove sono anche segnalati i principali nodi di scambio con il trasporto pubblico della Capitale.

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous fabio said...

L’armonia con l’ambiente passa anche attraverso le ruote della tua bicicletta. Pedala annusando i profumi dell’autunno, apri gli occhi davanti ai segni della natura in città, ascoltala! Riscopri quanto sono vivi i tuoi muscoli, il silenzioso motore della bicicletta. Il sangue circola, la mente è libera, l’ambiente è migliore anche grazie a te!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous ...sogno said...

Sogno di una città in cui si possa fare il bagno nel fiume che vi scorre in centro,
una città dove ogni strada ha la sua pista ciclabile,
una città dove si respira il rispetto da uomo a uomo, da uomo a natura,
una città dove, dopo il bagno nel fiume, cammini lungo le sponde in costume, come se fosse la cosa più normale del mondo.

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous ANDREA said...

le domeniche senz'auto non servono a nulla. I gas e le polveri vengono introdotti di continuo nell'aria, inquinandola. Una situazione di inquinamento cronico, dovuto al traffico nelle città ma non solo, non si combatte spegnendo i motori per 24 ore.

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous GALLETTA said...

Perché (quelli del blog compresi) non si prende la macchina (sia in grandi ma anche in piccole città) solo per spostamenti maggiori dei 20 minuti a piedi?

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous VALLON'S said...

Maledetti, retrogradi conservatori milanesi, siete fermi agli anni 80... piu` si lavora male, nello smog, nello stress, meglio e`, significa che si e` progrediti... una citta` verde non va bene. Questi signori vanno presi di peso e portati a Stoccolma, Amsterdam, Brno, Zurigo. Un appello ai giovani e per giovani intendo under 35 milanesi> DOVE DIAVOLO SIETE? lasciate la citta` in mano a questi incapaci vecchi e babbioni? Dove sono le universita`, i professori, gli scienziati.. DOVE DIAVOLO SIETE! Intervenite nella cosa pubblica, non lasciate il potere nelle mani di miliardari e fratelli e sorelle di miliardari o di 70~80 enni che si candidano! a che vi candidate! andate a casa coi nipotini a farvi il test della prostata!! qui ci vuole aria nuova, FACCE NUOVE, gente dinamica e incazzata, in altre parole> LA NUOVA GENERAZIONE NATA NEGLI ANNI 70!!!!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous ANGELO said...

Quello dell'inquinamento e' ormai una grossa farsa, esistono da anni progetti di motori convertiti per funzionare ad acqua, si avete sentito bene acqua del rubinetto.
Sfruttando l'idrogeno e l'ossigeno contenuto nell'acqua per non parlare dei motori che sfruttano l'elettromegnetismo e altri brevetti tutti tenuti segregati alle 7 sorelle e dalla mafia mondiale.

Io non ho mai provato a costruirlo altri in america lo hanno fatto in gran segreto perche se li beccano circolare con una macchina a idrogeno autoprodotto rischiano l'arresto!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous RAFFA said...

A Berlino, città che ho frequentato per 16 anni, non si sono mai sentite domeniche senz'auto, ma TUTTA lacittà è letteralmente TAPPEZZATA di piste ciclabili, tanto che un visitatore nuovo della città, deve far attenzione alle miriadi di bicilette che sfrecciano, estate e inverno (temperatura -15°)lungo le piste. Consoco per lomeno 20 persone, nella mia cerchia di amici, che non hanno la patente, non l'hanno mai presa perchè non la ritenevano necessaria, talmente tante sono le possibilità di spostamento alternative in città (metropolitana, bus, tram, ferrovia cittadina, bicicletta, addirittura battelli pubblii che navigano sullo Spree! Insomma: volere è potere, da noi tutto questo è lontano anni luce!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous LA BICI said...

Cacchio si.... Però avrei bisogno della bici!!!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous CING FU said...

Tra poco per quanto costa la benzina andreamo tutti in bicicletta e magari ci verranno a tutti gli occhi a mandorla !!!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous ALIEN said...

Abito a Philadelphia e lo stanno gia' facendo.

Centinaia di persone in bicicletta si mettono per la strada occupando tutta la carreggiata, dopodiche' procedono a "passo di bicicletta" rallentando tutto il traffico.

Non ha portato a niente, se non a far incazzare i poliziotti e gli automobilisti...

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous MERXSS said...

Bisogna capire che gli italiani vanno educati come dei bambinoni... non li vedete che sono sempre li` col cellulare in mano a leggere la Gazzetta della Sport, a scherzare e ridere... fazio rubava... ridono, ricucci rubava...ridono... c`e tangentopoli...ridono... c`e` tangentopoli2...ridono...e` inutile che ce le cantiamo tra di noi... noi siamo l`intellighentia... guardate la` fuori.... masse di casalinghe, operai, muratori, pensionati, gente semianalfabeta che tira a campare... cosa volete che se ne fottano loro dell`aria... loro stanno li` col loro cellulare e sono, anzi stanno contenti... allora ci vuole un nuovo POPULISMO sull falsariga di quello russo di fine 800... ognuno di noi si prende di mira un amico, un conoscente, un cognato, che so... e lo si educa, come un bambino, gli si sussurrano idee innovative, tipo usa la bici per andare al bar invece del suv, basta anche un minuto al giorno, ma costante, ci vuole una lavaggio del cervello, e` possibile...col barista, con la coppia di 60enni vostri vicini... un po` alla volta... si scelga la persona giusta e si marci col cambiamento mentale... puo` essere magari il padre del vostro amico che ogni santo giorno viene a prenderlo in stazione in auto per portarlo a casa mentre voi sganciate la bici..fatelo sentire ridicolo... io per esempio, sono la favola del paesino perche` da 10 anni mi muovo solamente in bicicletta... tutti quando mi vedono ridono...eh ti vedo sempre in bici...ma io continuo, chissa` che qualcosa nel loro cervelletto inizi a muoversi.. idealismo ci vuole, ragazzi, un nuovo, sano idealismo mazziniano!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous VALERIO said...

Andiamo tutti in bigaaaaa! Dobbiamo tornare indietro se vogliamo la vera tecnologia. Concordo! Se andiamo tutti in bicicletta faremo scendere la domanda di gasolio (petrolio) e potremo così arrivare alle macchine elettriche o meglio ancora ad un combustibile naturale, l'olio di cannabis. Più naturale di così!

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous FRANCK said...

Sono uno studente forzato di Milano, ogni mattina da un pò di tempo a questa parte attraverso la città in bicicletta. Dopo i primi giorni mi son comprato una fantastica mascherina anti-smog. Purtroppo ci si deve adattare.

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous ANTONELLO said...

Esiste già un "associazione" che invade pacificamente le strade con la bicicletta...la marcia c'è ogni ultimo venerdi del mese nelle grandi città...si chiama "critical mass" per saperne di più fatevi un giro sulla rete..grazie

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous MIRCO said...

"Bisognerebbe rendere il trasporto pubblico gratuito finanziandolo con:
1. Aumento del bollo auto annuale a partire da 1000, - euro per le cilindrate più piccole fino a 3000, - euro per quelle più grandi.
2. Aumento dei carburanti tutti a 2, - euro
3. Aumentare di 1000, - euro l’acquisto di una nuova automobile.
4. Introdurre una detrazione annuale per l’acquisto di una bici."

 
At 19 settembre, 2006, Anonymous marioletto said...

Caro Mirco, pemettendo che io non possiedo l'auto e quindi uso il mezzo pubblico, ma ti rendi conto delle grandi c****te che scrivi? Ma perché devi penalizzare persone magari con un magro stipendio che hanno una piccola utilitaria che magari serve loro per andare a lavorare fuori città, aumentando il costo delle auto o della benzina? Anch'io sono per incentivare il mezzo pubblico, talvolta il costo dei biglietti è alto, ma comunque una piccola quota tutti noi la dobbiamo pagare per mantenere il servizio senza comunque rompere i cosiddetti a chi ha tutto il diritto ad usare l'auto!!! E poi ma ti credi che si possa andare solo in bicicletta? Ma in che mondo vivi? Gente come te è solo teorica ma in realtà non capisce un c***o di come amministrare una città o beni pubblici

 
At 20 settembre, 2006, Anonymous dipendenti said...

MOBILITY MANAGER

Siamo un gruppo di dipendenti del Tesoro.
Fino a qualche anno fa noi, come tutti i dipendenti di aziende sia pubbliche che private, potevamo usufruire di uno sconto di "ben 7euro" sull'abbonamento annuale metrebus: quest'anno ci han totlto anche questo!
E' così che il comune di roma indende favorire il trasporto pubblico???

 
At 20 settembre, 2006, Anonymous UNA PROPOSTA said...

UNA PROPOSTA "INDECENTE"?

Ma non sarebbe possibile portare in deduzione dalla dichiarazione dei redditi il costo dell'abbonamento annuale metrebus?

 
At 20 settembre, 2006, Blogger ALBERINCITTA' said...

ARIA AVVELENATA

Nel rapporto dell'OMS - Organizzazione Mondiale della Sanità - c'è la conferma che lo smog uccide.
Ci sono quasi 9mila morti in più solo in 13 grandi città italiane ogni anno. La più alta concentrazione di inquinamento è in Pianura Padana, dove "l'aria ristagna"!

Ma lo smog non colpisce soltanto la salute, ma anche l'economia.
In Italia, per colpa delle malattie causate dall'inquinamento, vanno persi ogni anno ben 7milioni di giorni lavorativi!

 
At 21 settembre, 2006, Anonymous lo smog fa male said...

Io penso che il "vizio" della macchina sia come il "vizio" del fumo!
Tutti sanno che le sigarette fanno venire il cancro ai polmoni, ma tutti continuano a fumare!
Tutti sanno quanto costa un pacchetto di sigarette, ma tutti continuano a comprarle!

TUTTI SANNO QUANTO NUOCE LO SMOG ALL'ORGANISMO UMANO... TUTTI CONOSCONO IL PREZZO DELL'ORO NERO - LA BENZINA - MA TUTTI CONTINUANO A RIMANERE CON IL C_ _ O INCOLLATO AL SEDILE DELLA MACCHINA!

 
At 22 settembre, 2006, Anonymous CAIO... terunnnn said...

...una città nella quale spostarsi in bicicletta sarebbe una città ideale!
...una città da sogno
...un città IMPOSSIBILE!!!

ALMENO PER ME: IO ODIO ANDARE A PIEDI O SU QUALSIASI ALTRO TIPO DI VELOCIPIDE A PROPULSIONE... "umana"!!!
IO ADORO LA MIA MACCHINA E NON ME NE VERGOGNO AFFATTO!!!
CAIO... terunnnn

 
At 03 ottobre, 2006, Anonymous Anonimo said...

...ma tanto ci pensa Prodi a farci lasciare la macchina: avete visto che bella finanziaria hanno varato i "communisti"!?
COMPLIMENTI!!!!

 
At 02 gennaio, 2007, Anonymous Anonimo said...

...perchè continuano a costruire le strade, che non lasciano l'erba, non lascaino l'erba....
se va avanti così, come finirààààà

 

Posta un commento

<< Home